Geofoni cosa sono e perché presentano un ruolo fondamentale per la ricerca delle perdite d’acqua.
I Geofoni sono dei sensori in grado di percepire le onde che si propagano nei diversi strati del terreno. Si tratta, in particolare, di strumenti molto utilizzati nell’ambito della geologia proprio per la loro spiccata capacità di captare le onde sismiche e i movimenti del suolo. Il loro sensore è costituito da un elemento che ricorda molto un piccolissimo microfono: è in grado, però, di trasformandole in impulso elettrico.
Il sensore è sito all’interno di un contenitore di metallo dalla forma appuntita che lo rende adatto a essere facilmente conficcato nel terreno. Non appena captata la frequenza dell’onda propagatasi nel terreno, in particolare, il geofono restituisce un segnale che può essere trasmesso in analogico o digitale. Gli strumenti in grado di trasmettere in digitale sono i modelli più moderni e più utilizzati.

Geofoni cosa sono

I molteplici usi del geofono
Come già anticipato, i geofoni sono molto utilizzati nell’ambito della geologia, la scienza che studia la Terra e i fenomeni che la contraddistinguono. In questo ambito, in particolare, vengono utilizzati frequentemente nella rilevazione della risposta del suolo a determinati fenomeni naturali, come i sismi.
Nella maggior parte dei casi, in particolare, viene creata artificialmente un’esplosione controllata e si analizza tramite questi strumenti la modalità di propagazione delle onde di pressione.
Sono molto utilizzati, poi, anche nell’ambito dell’esplorazione petrolifera, cioè l’analisi della densità del terreno alla ricerca di eventuali giacimenti di petrolio nel sottosuolo. Inoltre, questi sensori, sono particolarmente utili nella ricerca delle perdite idriche.

Rilevazione delle perdite idriche con i Geofoni

I geofoni hanno, tra i campi d’intervento, anche quello relativo alla ricerca delle perdite d’acqua all’esterno delle abitazioni. Il loro sensore, infatti, consente ai professionisti addestrati a utilizzarli, di individuare con molta precisione le perdite d’acqua determinate dalla rottura delle tubature.
A tale scopo, i più moderni offrono la possibilità agli operatori che li utilizzano, di cambiare la tipologia del sensore presente nella loro punta, in modo da riuscire ad adattarsi al meglio a qualsiasi tipo di esigenza specifica.