Ponte termico: tecniche e strumenti per individuarne la presenza

Ponte termico: quali sono le metodologie di lavoro e le apparecchiature adoperate per una corretta verifica.
Il concetto di ponte termico, ovvero la presenza all’interno di ogni edificio di zone caratterizzate da una temperatura diversa, è un fenomeno che tende ad avvenire in tutte le abitazioni, siano esse realizzate con tecniche costruttive moderne o tradizionali.
La dispersione termica che ne deriva, indica la quantità di calore che l’abitazione tende a immettere nell’ambiente esterno, principalmente attraverso le pareti, il soffitto, il pavimento e le finestre. Un’abitazione ben isolata dall’esterno, dotata quindi di adeguate protezioni contro la dispersione termica, è in grado di garantire ai suoi inquilini un soggiorno più confortevole e un minore consumo energetico.

Ponte termico: le conseguenze principali della dispersione di calore

Una delle conseguenze più importanti della dispersione di calore è il maggiore consumo energetico, derivante dalla necessità di riscaldare un ambiente che tende a disperdere troppo calore all’esterno.
Oltre all’aumento dei consumi energetici, la dispersione termica tende a determinare anche umidità e condensa sulle pareti, due fenomeni che se non vengono trattati adeguatamente tendono a peggiorare progressivamente, abbassando drasticamente il valore della casa anno dopo anno. Tra le altre conseguenze legate a questi fenomeni ci sono anche i problemi di salute: il fisico di ognuno ne risentirebbe se dovesse trovarsi la maggior parte del tempo all’interno di un ambiente freddo e umido.

La ricerca delle dispersioni di calore

La dispersione termica all’interno dell’abitazione può essere facilmente verificata da personale esperto. Tra i professionisti al quale rivolgersi per studiare la quantità di calore che l’abitazione disperde all’esterno, per esempio, ci sono gli ingegneri dello Studio Randazzo di Roma: dotati di strumentazioni d’avanguardia, sono in grado di individuare in breve tempo la presenza di dispersioni termiche.
ponte termico
Una volta individuata la fonte della dispersione di calore è possibile effettuare tutte le opere necessarie per limitare il fenomeno, in modo da rendere l’abitazione più impermeabilizzata e più efficiente dal punto di vista energetico. In presenza di un ponte termico o dispersioni termiche, quindi, affidatevi con sicurezza alla  professionalità e alla competenza dello Studio Randazzo:richiedete una consulenza

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su pinterest
Pinterest
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram

Articoli simili

Consulenza tecnica per acquisto casa

Consulenza tecnica per acquisto casa: la verifica delle reali condizioni di un edificio. Tra le spese più significative per qualsiasi cittadino troviamo l’acquisto di un

muffa sulle pareti

Muffa sulle pareti rimedi

Muffa sulle pareti, le migliori soluzioni per eliminare il problema adottate con successo dallo studio di Ingegneria Randazzo a Roma. Una delle condizioni per vivere